Domande e risposte sul forno solare a parabola (FAQ)

Di seguito riportiamo le domande frequenti (FAQ) che ci vengono poste e le relative risposte. Potete sempre contattarci per avere altre informazioni. Grazie dell’attenzione.

Cosa si può cucinare con un forno solare a parabola?

Puoi cuocere tutti i tipi di cibo come fai normalmente a casa utilizzando vari tipi di cottura: grigliare, bollire, al forno, al vapore.

Quali sono i tempi di cottura?

La cucina solare a parabola richiede circa la stessa quantità di tempo di un fornello. I valori dipendono dalla limpidezza del cielo. Chiaramente, più grande è la parabola maggiore sarà la sua potenza.

Quali contenitori posso usare per la cottura solare?

Contenitori all’esterno di colore nero che aiuta ad assorbire i raggi del sole e a trattenere il calore. Vanno bene pentole, casseruole, padelle, bistecchiere e caffettiere (se queste sono piccole può servire la griglietta da posizionare sul porta pentola).  Pentole scure

Di che materiale dovrebbero essere le pentole?

Acciaio inox, ghisa, tutti i tipi di alluminio. Come per il fornello, le caratteristiche del materiale incidono sulla cottura: una bistecchiera o piastra in ghisa, che tende ad essere più spessa, si riscalda più lentamente ma conserverà il calore più a lungo. La lasceremo scaldare 5-10 minuti prima di iniziare la cottura. Invece, una pentola in alluminio, che ha un’ottima conduzione del calore, si scalderà velocemente e in modo uniforme. Di solito consigliamo proprio l’alluminio.

Vorrei impiegare una pentola esistente, che tipo di colore nero scelgo per dipingere l’esterno?

In commercio trovi del colore nero opaco specifico per le alte temperature (600-800°C) che va bene anche per la parte esterna e il fondo di una pentola, caffettiera, padella, ecc. ecc.

Quanto tempo serve perché la cucina solare produca calore?

Quando la parabola è orientata al sole il calore viene concentrato istantaneamente sul punto focale, situato al centro del porta pentola. Avvicinando una mano possiamo percepire il calore, o vederne l’effetto posizionando un pezzo di legno secco: con sorpresa dopo qualche secondo inizierà a fumare e potrebbe anche incendiarsi (quindi attenzione).

Come ottengo la massima temperatura sulla pentola?

Tutto dipende da come è rivolta la parabola rispetto al sole. Quando è orientata in modo perpendicolare otterremo la temperatura più alta. L’orientamento migliore si imposta in modo semplice con il puntatore-segnaombra.

Quale modello consigliate per la mia famiglia di 4 persone?

Il forno solare con parabola di diametro 143 cm è quello più indicato e che consigliamo a tutti. Anche il rapporto prezzo/potenza è il migliore.

Quali sono le dimensioni della piastra barbecue che posso utilizzare?

Per il modello Family con parabola di diametro 143 cm si utilizza una piastra in ghisa che misura 40x26x21 cm dotata di para spruzzi nero. Per il modello Eco con parabola di 110 cm basta impiegare una normale bistecchiera. Dimesioni piastra barbeque per cucina solare a parabola

Posso lasciare all’esterno una cucina solare?

Le nostre cucine solari sono progettare per essere leggere e facilmente trasportabili (sono dotate di ruote). La struttura portante è zincata, ma si consiglia di riporle in una zona riparata in modo che possano durare a lungo rivolgendo la parte riflettente verso una parete.

Di che materiale è composta la parabola riflettente?

La parabola è realizzata con uno speciale foglio di alluminio che ha una superficie trattata in modo da poter riflettere come uno specchio e restare lucida nel tempo.

Perché usare il forno solare a parabola?

Per raggiungere temperature elevate sfruttando il sole e tutto questo completamente gratis, senza alcun inquinamento, senza l’uso di gas o energia elettrica.

Quali sono i vantaggi della cottura solare?

Non serve acquistare il combustibile, non produci fumo o altro inquinamento, rispetto al barbecue non devi gestire ceneri o altri residui. Cucinando all’esterno la casa resta fresca e tieni fuori gli odori. Puoi cuocere dove sono vietati i fuochi perché non c’è fiamma. In più, usare la cucina solare è divertente, educativo e stimola le relazioni. Goditi il sole in libertà e bellezza.

Dove viene utilizzata la cucina solare?

In ogni parte del mondo come testimonia l’associazione S.C.I. Solar Cooking International. Anche in zone che hanno bassa insolazione: esiste uno cuoco che la impiega ad Helsinki, in Finlandia.

La cucina solare è sicura? A cosa devo fare attenzione?

Durante l’utilizzo si consiglia di indossare sempre gli occhiali da sole e bloccare un piede della struttura con una zavorra poiché il vento può arrivare all’improvviso. Presta attenzione ai manici delle pentole se sono di plastica: il calore del sole potrebbe scioglierli, meglio posizionarli lungo l’asse orizzontale oppure ricoprili di carta stagnola. A fine cottura, finché la cucina è all’esterno, è importante ruotare la parabola verso il basso.

La parabola scotta durante la cottura?

No, la parabola resta fredda perché la sua superficie è come uno specchio, riflette la luce e il calore. Il calore si concentra invece dove poniamo la pentola (il fuoco della parabola). Avvicinando una mano a questo punto l’alta temperatura si farà sentire.

A cosa serve il buco al centro della parabola?

Scarica la forza del vento e facilita il montaggio. Non toglie potenza perché quando la pentola è in posizione crea un’ombra proprio sopra il buco.

Come si pulisce il forno solare a parabola?

Si pulisce dopo l’utilizzo come le normali stoviglie in modo che la superficie specchiante resti sempre efficiente. Serve passare una spugna morbida non abrasiva con acqua calda e se necessario del detersivo per piatti, risciacquare e asciugare le superfici delicatamente.

Posso usarla solo in estate? E in inverno?

Nelle giornate calde il clima ci invita ad uscire e a stare all’aperto, in realtà, la cucina solare funziona anche in inverno, basta ci sia sole. I tempi di cottura saranno semplicemente un po’ più lunghi fra novembre e febbraio soprattutto a causa della temperatura esterna più bassa. L’abbiamo utilizzata anche sulla neve, indossando il giubbotto, con la soddisfazione della nostra pancia.

E quando il sole non c’è?

Cucinare con il sole è un metodo di cottura che si affianca al tradizionale fornello di casa. Però, quando c’è il sole, possiamo approfittarne e cuocere il cibo (anche per più giorni) anziché utilizzare fonti energetiche che hanno impatto economico e ambientale. Inoltre è più divertente, educativo e stimola le relazioni.

Dove posso vedere queste cucine solari?

Potete vederle presso la nostra sede e alcuni eventi a cui partecipiamo. In alternativa su Youtube trovate alcuni video come il servizio del Telegiornale Regionale Veneto e la cottura sulla neve in inverno.

Come acquisto la cucina solare?

Se ordini la cucina solare ti invieremo i riferimenti per il bonifico bancario. Se vieni a prenderla in sede puoi pagare in contanti. Emettiamo in entrambi i casi regolare fattura. I prezzi indicati sul sito sono comprensivi di Iva.

A quanto ammontano le spese di spedizione?

La spedizione avviene a mezzo del corriere nazionale Bartolini BRT. In funzione della distanza e della quantità si chiede un concorso spese che normalmente parte da circa 30 euro.

Le cucine solari sono dotate di istruzioni?

Sì, dispongono di istruzioni visuali per il montaggio. Nel caso di dubbi durante l’assemblaggio potete contattarci e sarete richiamati.